II° viaggio in Puglia e Hobbiton XXI: il resoconto

E io, fra di voi... XD

E io, fra di voi… XD

Scrivere questo secondo “resoconto pugliese” è difficile, molto più dell’ultima volta. Non è semplice infatti descrivere a parole le emozioni provate durante quella meravigliosa settimana. Io e mia sorella Francesca (che per l’occasione ho trascinato con me 😛 ) ci siamo sentite davvero a casa, una sensazione che nel corso della nostra vita raramente abbiamo conosciuto, e l’affetto che ci è stato dimostrato da tutte le persone incontrate nel corso del nostro viaggio ci ha sorpreso e commosso, e questo fin dal nostro arrivo. Tanto per fare un esempio, quando due persone che a malapena ti conoscono decidono di farsi non so quanti chilometri per venirti a prendere all’aeroporto… beh, è una cosa che non può fare a meno di colpirti.

In questo caso mi sto riferendo ai genitori della mia “fan storica” Chiara, che in un momento di bisogno non hanno esitato a venirci a prendere all’aeroporto di Bari e a portarci fino a Barletta (che, come gli amici pugliesi sapranno bene, non è proprio dietro l’angolo). La loro gentilezza e disponibilità ci ha lasciato senza parole. Non contenti di questo, alcuni giorni dopo ci hanno invitato a trascorrere una bellissima giornata nella loro Bari, impreziosita da un giro turistico per la città vecchia in compagnia di un cicerone d’eccezione. Dovete sapere infatti che il papà di Chiara è una specie di pozzo di cultura, e ci ha deliziate con aneddoti incredibili. La signora invece ci ha deliziate in altro modo, la sera, con una cena pantagruelica dalla bontà infinita (sogniamo ancora la marmellata di fichi, la stracciatella e le mille altre bontà che continuavano a venir fuori dalla cucina in un flusso inarrestabile). Per non parlare poi della gioia immensa di rivedere Chiara, che avevo conosciuto di persona solo lo scorso maggio. E’ straordinario constatare come un rapporto nato anni fa da una semplice e-mail (la prima in assoluto mai ricevuta da un’ammiratrice) sia diventata oggi un’amicizia così bella. Purtroppo non siamo riuscite a rivederci una seconda volta, ma speriamo di rimediare al più presto. Un enorme abbraccio a Chiara, Nino ed Enza!

Ed ecco alcune foto della giornata barese:

Francesca, io, Chiara e sua mamma

Francesca, io, Chiara e sua mamma

La basilica di San Nicola

La basilica di San Nicola

Io e Chiara

Io e Chiara

Il lungomare di Bari

Il lungomare di Bari

Un’altra lettrice diventata ormai una grande amica è Valeria, con cui stavolta sono riuscita a trascorrere un po’ più di tempo (durante l’ultima visita, ci eravamo viste solo in libreria durante la presentazione e per pochi minuti durante l’incontro al suo liceo). Una giornata memorabile quella trascorsa con lei nella splendida Trani, un luogo incredibile che ci ha davvero rubato il cuore. Fra vento, mare, castelli labirintici, ottimi pranzi, pescioloni nello stagno (cose nostre XD) e tante, tante, ma tante foto (ihihihih) ci siamo divertite un mondo. Con nostra grande felicità, siamo riuscite anche a vederci in una seconda occasione, ma di questo parleremo dopo! 😉

Intanto, un po’ di foto della gita a Trani:

Io e Francy. Da notare il sorrisi che ci fanno il giro del viso! :)

Io e Francy. Da notare i sorrisi che ci fanno il giro del viso! 🙂

Io (per l'occasione rinominata "Vento nei Capelli") e Valeria

Io (per l’occasione rinominata “Vento nei Capelli”) e Valeria

La cattedrale di Trani. Più fantasy di così... ;)

La cattedrale di Trani. Più fantasy di così… 😉

Francy e Valeria nel Castello Svevo, dentro cui siamo state capaci di perderci! XD

Francy e Valeria nel Castello Svevo, dentro cui siamo state capaci di perderci! XD

Torniamo adesso a Barletta e alle persone meravigliose che hanno animato il nostro soggiorno lì. Per presentarvela degnamente, eccovi intanto una veduta del castello e una della cattedrale:

SAM_2665

SAM_2891

E parliamo quindi adesso di altre due fan accanite della Saga dell’Averon, le prof. Paola Curci e Paola Alvisi (dette anche Paola1 e Paola2 XD), che durante la nostra permanenza ci hanno fatto letteralmente entrare nelle loro vite, nelle loro case e nelle loro famiglie.

Impossibile dimenticare la serata trascorsa tutti insieme, quando a noi si sono uniti anche il mio editore Danilo con la moglie Sabina e la piccola, dolcissima Alice, gli zii di Danilo, i mitici Marialuisa e Pasquale, e ultima ma non meno importante la grande Raffaella, nientemeno che il pilastro della libreria Penna Blu in persona! 😉 Senza dimenticare i figli di Paola1, due adorabili terremoti che rispondono al nome di Nina e Nicolò (tre e cinque anni, rispettivamente), e le fantastiche figlie di Paola2, le nostre nuove amichette del cuore Giulietta, Chiara e Cristina. Aggiungete un paio di mariti, e forse capirete da quale uragano si è fatta sconvolgere casa la coraggiosissima Paola Curci! 😛 Erano secoli che io e mia sorella non passavamo una serata così divertente e piacevole. Avevamo la sensazione di essere in mezzo a vecchissimi, carissimi amici; quelle persone speciali, quasi di famiglia, che conosci da sempre e con cui ti trovi a tuo agio più che con chiunque altro. Fra l’altro, piccola anticipazione per tutti i fan: Cristina, oltre che mia affezionata lettrice, è anche un’artista eccezionale. Quindi tenete gli occhi aperti, perché nei prossimi tempi ci sarà una sorpresa che la riguarda da vicino! 😀

Un po’ di foto…

Tutti in gelateria! :D Da sinistra: Cristina , Paola Alvisi, Giulietta, Paola Curci, Chiara, io e Francy.

Tutti in gelateria! 😀 Da sinistra: Cristina , Paola Alvisi, Giulietta, Paola Curci, Chiara, io e Francy.

Ricordo di una serata speciale: Nicolò (quello sul divano, per intenderci XD), Cristina, Chiara e Francy

Ricordo di una serata speciale: Nicolò (quello sul divano, per intenderci XD), Cristina, Chiara e Francy

Gli zii di Danilo, il mitico Pasquale e la signora Marialuisa, con Giulia

Gli zii di Danilo, il mitico Pasquale e la signora Marialuisa, con Giulia

Giusto per entrare nell’atmosfera Hobbiton, proprio le due Paole il giorno in cui si è aperta la manifestazione hanno organizzato una “serata fantasy” alla libreria Penna Blu di Barletta, a cui è intervenuto anche Oronzo Cilli, collezionista, curatore dell’ultima edizione de Lo Hobbit e organizzatore di Hobbiton.

Qualche foto della serata:

Io fra le Paole! ;)

Beata fra le Paole! 😉

SAM_2898

Oronzo Cilli legge un brano de "Lo Hobbit"

Oronzo Cilli legge un brano de “Lo Hobbit”

E arriviamo così allo scopo principale del viaggio: la ventunesima edizione di Hobbiton, ospitata quest’anno al Castello Svevo di Barletta (di cui il primo giorno sono riuscita a visitare i sotterranei, scoprendo così per puro caso di avere pronto il set ideale per la Base Primaria del mio primo libro; il Comune di Barletta è avvisato: casomai Peter Jackson dovesse decidere di far diventare “Il cerchio si è chiuso” un film… gireremo lì da voi! 😉 ).

Tornando a Hobbiton, c’erano gli Elfi, i Raminghi, i Nazgûl e gli Hobbit; c’erano gli ospiti d’eccezione (ho stretto la mano a Gianfranco De Turris, ho conosciuto Ninni Dimichino e ho cenato con Piero Crida e Oronzo Cilli… non so se rendo l’idea 😛 ); e ancora le conferenze, i concerti, la mostra e la gara dei Cosplayers, il tutto calato nell’atmosfera magica che pervade sempre eventi simili, quando migliaia di appassionati si riuniscono per professare il loro amore per un mondo immaginario, in questo caso quello di Tolkien (ma anche del fantastico in generale).

Foto, foto, foto…

SAM_2866

SAM_2846

SAM_2981

SAM_3009

Nei sotterranei del castello (con Paola Curci che continuava a ripetere sadicamente: "Sapete che qui i telefoni non prendono? Se ci chiudono dentro..." -.- Scherzi (crudeli :P ) a parte, ditemi se sarebbe perfetta come Base Primaria. ^_^

Nei sotterranei del castello (con Paola Curci che continuava a ripetere sadicamente: “Sapete che qui i telefonini non prendono? Se ci chiudono dentro…” -.- Scherzi (crudeli 😛 ) a parte, ditemi se non sarebbe perfetta come Base Primaria. ^_^

E’ stato un onore esserci ed essere in qualche modo fra i “protagonisti”. La conferenza che mi ha visto partecipante (dal titolo L’Editoria e il Fantasy) si è svolta il sabato pomeriggio. Sul palco con me c’erano la mia “collega” di casa editrice, la scrittrice Marialuisa Amodio (un salutone a lei e a suo marito Gabriele, con cui abbiamo condiviso un pranzo rocambolesco sul filo del rasoio… siamo tornati al castello dieci minuti prima dell’inizio della conferenza XD), il mio editore Danilo, il critico Giuseppe Grossi (autore di un saggio interessantissimo che mi procurerò quanto prima) e naturalmente la padrona di casa e maestra di cerimonie Ida Vinella. Spero che tutti gli intervenuti nella splendida Sala Rossa del castello si siano incuriositi e appassionati agli argomenti trattati, che sono andati dal nostro amore per il genere fantasy allo stato dell’editoria di settore in Italia, fino ad arrivare a tasti spinosissimi come il ruolo della scuola nell’approccio alla lettura, e la possibilità (da noi tutti auspicata ^_^ ) che in futuro il fantasy possa svolgere un ruolo fondamentale in questo senso. Un saluto anche ai miei lettori e amici venuti apposta per assistere all’evento, fra cui Andrea Bitetto e suo cugino, Federico e William Bennardo, Paige91 del forum Quellicheilibri (che sorpresa trovarti lì 😀 ) e a tutti voi di cui purtroppo non so o non ricordo il nome, pur rammentando bene i vostri visi.

E ora qualche foto:

Lo staff della conferenza al completo: Ida, Marialuisa, io, Giuseppe e Danilo

Lo staff della conferenza al completo: Ida, Marialuisa, io, Giuseppe e Danilo

SAM_2969

SAM_2972

I nostri libri in bella mostra! :)

I nostri libri in bella mostra! 🙂

Con Andrea Bitetto e cugino! ;)

Con Andrea Bitetto e cugino! 😉

Uno degli aspetti più belli di questo tipo di eventi è sicuramente il fare nuove e inaspettate amicizie. Dall’istante in cui ho messo piede al castello, fra i vari Cosplayers ho notato subito il fantastico gruppo di Game of Thrones (costumi bellissimi), capitanato da una superba Daenerys Targaryen. Erano talmente realistici che – questa ve la devo proprio raccontare – la sera del seconda giorno mia sorella è venuta da me tutta emozionata e mi ha detto (testuali parole): “Lory, Lory, ho incontrato Daenerys in bagno! Le ho chiesto se era pulito, e lei mi ha detto di sììì!!!” In pratica, mia sorella parlava come se quella fosse la vera Daenerys e non una ragazza in costume! XD Insomma, quando sono bravi, sono bravi! 😀 Ovviamente abbiamo iniziato a farci una miriade di foto con loro, ed è finita… così:

SAM_3016

Insomma, mica capita tutti i giorni di avere Shae e Daenerys (alias Federica e Monica) che leggono i tuoi libri! *_* Ed ecco Shae che compra “Il cerchio si è chiuso”! Chissà se lo farà leggere anche a Tyrion… 😛

SAM_3017

Fra l’altro, sembra che si siano affezionate molto a mia sorella. Chissà, avere la Madre dei Draghi dalla nostra parte potrebbe rivelarsi utile! 😉

SAM_3019

E se volete farvi due sane risate, ecco il video della loro esilarante esibizione di domenica! 😉

E ora, un po’ di foto con i Cosplayers, immancabili, e di seguito alcune immagini del Cosplay Challenge…

Ma pure Frodo ce l'ha con me? Non ci bastavano i Nazgûl? XD Mi avrà scambiato per un Orco... XD

Ma pure Frodo ce l’ha con me? Non ci bastavano i Nazgûl? XD Mi avrà scambiata per un Orco… XD

Io e Merry (fra l'altro, il vincitore della cateogoria maschile del Cosplay Challenge)

Io e Merry (fra l’altro, il vincitore della cateogoria maschile del Cosplay Challenge)

SAM_3011

Con Dama Arwen

Con Shae...

Con Shae…

... e col resto del gruppo di Game of Thrones

… e col resto del gruppo di Game of Thrones

Altri Hobbit! ^_^

Altri Hobbit! ^_^

Ecco la vincitrice della categoria femminile, l'Arlecchina di Assassin's Creed. Meraviglia!

Ecco la vincitrice della categoria femminile, l’Arlecchina di Assassin’s Creed. Meraviglia!

Paura, eh?

Paura, eh?

Chiuso la carrellata con il nostro personale "bottino" di Hobbiton 2014: il tappetino per il mouse con la mappa della Terra di Mezzo, la spilla di Hunger Games, il Giratempo di Hermione e il ciondolo dei Doni della Morte! *_*

Chiudo la carrellata con il nostro personale “bottino” di Hobbiton 2014: il tappetino per il mouse con la mappa della Terra di Mezzo, la spilla di Hunger Games, il Giratempo di Hermione e il ciondolo dei Doni della Morte! *_*

L’ultimo giorno di Hobbiton, culminato appunto nel Cosplay Challenge, mi ha reso doppiamente felice perché i genitori di Valeria (poveretti loro :P) l’hanno portata fino a Barletta, e coraggiosamente hanno condiviso con noi la ressa per entrare nella Sala Rossa e la conseguente sauna (lì dentro ci saranno stati duecento gradi, o giù di lì). E’ stata dura salutarsi, alla fine dell’evento, ma contiamo sul fatto che si tratti solo di un arrivederci. Del resto, dobbiamo ancora prendere il famoso gelato! 😉 Un abbraccio forte, forte a Valeria e ai suoi genitori. Vi riporto di seguito la frase che questa ragazza dolcissima e speciale ha scritto su facebook come accompagnamento alla foto che vi mostrerò appena sotto: “I legami più profondi non sono fatti né di corde, né di nodi, eppure nessuno li scioglie. Vi voglio tanto bene!

SAM_3027

Con un po’ di tristezza, quella sera stessa abbiamo visto il sipario calare su Hobbiton 2014, un evento bellissimo che ci ha regalato tanto. Le cose che finiscono mettono sempre una certa malinconia, ecco perché ci siamo andate a consolare con un bel gelato in compagnia di Danilo e famiglia! ^_^

SAM_3106

E arriviamo così a lunedì. Ultimo giorno in Puglia. Ultima abbondante colazione al graziosissimo B&B De Nittis (ma ssssì, facciamo loro un po’ di pubblicità che se la meritano.. a proposito, ciao Lilli, e un saluto anche alla signora di Lecco che a colazione ha deciso di comprare il mio libro 😉 ). E, soprattutto, ultimo giorno in compagnia dei nostri amici. 😦

In mattinata abbiamo invaso casa di Paola2 con i nostri ingombranti bagagli e trascorso con loro il resto della giornata. Giulietta, Chiara, siete due ragazze davvero in gamba, e sappiate che Francy indossa sempre i vostri orecchini (e io ho qui sul comodino l’elefantino portafortuna). Cristina, ci manchi tantissimo, e guarda che io attendo impaziente quello che sappiamo noi! 😉

Dopo un ricco pranzo (molto gradito) il tempo è cominciato a volare in maniera vertiginosa. Paola1 ci ha raggiunto in extremis con bimbi al seguito, e poi  – per la salvezza della nostra schiena – noi e i tutti i nostri bagagli siamo stati trasportati alla stazione, in modo da prendere il treno per l’aeroporto.

E a quel punto è venuta la parte più difficile. A vederli tutti lì che ci salutavano, con gli occhi pieni di affetto sincero, e a sentire la vocina di Nina che diceva “Ciao, Loredana” non ce l’ho fatta più e sono scoppiata in lacrime (e mia sorella mi ha seguito a ruota). Lacrime che sono continuate a scendere per un bel pezzo, anche mentre diversi minuti dopo scattavo questa foto dal treno: l’ultima immagine di un viaggio indimenticabile.

Dal treno...

Dal treno…

Non posso giudicare quale sia il reale valore dei miei libri, né so se mi aiuteranno mai a concludere qualcosa nella vita, ma di una cosa sarò loro eternamente grata: di avermi fatto conoscere persone che altrimenti non avrei mai incontrato, e portato a vivere esperienze che altrimenti non avrei mai fatto, creando legami indissolubili. Persone, luoghi ed esperienze che ormai sono nel nostro cuore, e che lì resteranno per sempre. ❤

Annunci

Hobbiton XXI

hobbiton

Per chi non lo sapesse, Hobbiton è il più importante festival nostrano dedicato al mondo di Tolkien, organizzato ogni anno dalla Società Tolkieniana Italiana in luoghi immancabilmente suggestivi. Quest’anno, fortunella me, per la prima volta la manifestazione si sposta al sud, e indovinate dove? Proprio al Castello Svevo di Barletta. Ed ecco così che io e il mio editore Danilo Marano ci ritroviamo fra gli ospiti dell’evento! XD

Ancora non so precisamente quando (il programma è in fase di definizione) ma quel che è sicuro è che parteciperò.

Quindi non mancate: 5, 6 e 7 settembre 2014, Castello Svevo di Barletta… appassionati di Tolkien e di fantasy in generale, non potete perdervelo! 😉

AGGIORNAMENTO:

E’ appena uscito il programma ufficiale, che potete trovare per intero a questo link:

http://hobbitonbarletta.blogspot.it/2014/08/il-programma-della-xxi-hobbiton.html

Per quanto mi riguarda, io sarò presente sabato 6 settembre, alle ore 16,30, all’incontro dal titolo “L’Editoria e il Fantasy”, curato dalla Penna Blu Edizioni. 🙂

Con me il mio editore Danilo Marano (a sua volta autore della Saga di Lyadarland), Marialuisa Amodio (validissima e visionaria autrice della scuderia Penna Blu), Giuseppe Grossi (autore del saggio “Terre di Mezzo – Poetiche e Metafore tra Avatar e il Signore degli Anelli”) e la giornalista Ida Vinella.
Insomma, ci sarà da leccarsi i baffi!

Vi aspetto! 😉 

 

“Diari dal Sottosuolo”: la mia tappa del Blog Tour!

Continua il blog tour di “Diari dal Sottosuolo”, e finalmente tocca a me! Eccovi il link della puntata dedicata alla sottoscritta e al mio racconto (con tanto di intervista) su un blog a cui sono molto affezionata, “Dusty Pages in Wonderland”. Un enorme grazie a Malitia per l’ospitalità! 😉

http://www.dustypagesinwonderland.blogspot.it/2014/07/blog-tour-i-diari-dal-sottosuolo.html

 

 

 

Tour pugliese: resoconto e foto

Ricordate quello spot di qualche annetto fa, in cui si vedevano delle persone che, al ritorno da una crociera, non facevano che scoppiare a piangere e avevano bisogno di un gruppo di sostegno per l’incapacità di riadattarsi alla vita di tutti i giorni? Ecco, è più o meno quello che è capitato a me al ritorno dal mio viaggio in Puglia… XD

Don+t+cry.+-_351921_3068338

Tipico scrittore al ritorno da un tour promozionale

Le emozioni di quei – ahimé – brevissimi tre giorni sono state infatti troppe e troppo intense per poterle mettere da parte così, su due piedi.

Intanto ho scoperto dei luoghi fantastici, come la splendida Barletta con i suoi balconi fioriti e la sua vita notturna, Ostuni che purtroppo ho visto solo di sfuggita (ho ammirato la città bianca da lontano, in macchina, facendole “ciao ciao” con la manina) e Trani con la sua bellissima cattedrale sul mare e il suo porto turistico (voglio vivere lììììììììì).

Ma, soprattutto, ho conosciuto delle persone meravigliose, fra cui i miei fan “storici”, persone con cui ho parlato per mesi o addirittura per anni via e-mail, e che finalmente ho potuto incontrare di persona. Una su tutte, la mia primissima “ammiratrice” e capo onorario del mio fan club, Chiara, che quattro anni fa (all’epoca aveva 14 anni, adesso sta per diplomarsi) mi inviò una lettera che mi fece commuovere fino alle lacrime raccontandomi di quanto amasse “Il cerchio si è chiuso” e di quanto quel libro fosse importante per lei. Salutata solo di sfuggita il giovedì a Barletta, il venerdì abbiamo invece trascorso un bellissimo pomeriggio insieme (con tanto di pranzo molto, molto lungo condito da chiacchierata chilometrica… a un certo punto, non a caso, abbiamo temuto che i proprietari del ristorante ci buttassero fuori, visto che eravamo rimasti solo noi! XD ).

Sempre il giovedì sera, ho avuto il piacere di trovare già in libreria Valeria, alunna del liceo De Sanctis di Trani, che mesi prima aveva letto il primo libro nel corso di un progetto scolastico (seguito nel giro di poco dagli altri due 🙂 ) e che mi aveva scritto più volte su fb. E’ stato stupendo conoscerla e chiacchierare con lei e la sua simpaticissima mamma, persone davvero splendide, e intrattenerle con amenità tipo l’aneddoto sul bagno del B&B allagato (raccoglievo acqua da terra fino a dieci minuti prima di trovarmi in libreria; ecco cosa fa uno scrittore prima di una presentazione… perché cosa immaginavate? XD ).

Quella sera ho conosciuto anche Cristina, altra mia fan di vecchia data, e la sua mamma, preparatissima su ogni aspetto della saga 🙂 (chiedo invece umilmente perdono alla compagna di Cristina, di cui purtroppo la mia pessima memoria non mi consente di ricordare il nome… la strada di Rita e Luca, ancora rido XD ).

E’ davvero arduo cercare di descrivere l’emozione provata nel parlare (finalmente a tu per tu) con chi per anni ha letto e amato i miei libri, e che mi ha incoraggiato e sostenuto in modo incredibile. Spero di essere riuscita in qualche modo a far capire loro quanto il loro entusiasmo conti per me, quanto mi riempiano la vita e quanto, senza di loro, tutto ciò che faccio perderebbe senso.

La presentazione alla libreria “La Penna Blu” di Barletta (di cui parleremo fra poco) è stata fantastica, proprio perché è stato un po’ come trovarmi in famiglia, circondata com’ero da così tanto affetto. So che ci sono persone che avrebbero tanto voluto essere lì e non hanno potuto… abbiamo anche provato a chiamarne una al telefono per farle una sorpresa, ma non ci siamo riusciti. 😦 Fra l’altro, ho avuto anche il piacere di “conquistare” nuovi lettori (ciao Salvatore 😉 ).

Di quella sera purtroppo mi è rimasto un solo ricordo “visivo” (non ho portato con me la macchina fotografica, grrrrr), ovvero le foto scattate dalla madre di Valeria (a proposito, se ce ne sono altre, mandate, mandate). Eccone qui una (io sono quella bassa 😛 ):

06

 

Parlando della libreria “La Penna Blu” in sé (visto che bella?), che dire… per tanto tempo l’ho vista soltanto in fotografia, ed è stato quasi surreale trovarmi finalmente lì. Due parole su questa coraggiosissima iniziativa: una libreria fornitissima, piena di iniziative, accogliente, mandata avanti da un gruppo tenace e instancabile capitanato dall’incredibile Raffaella. A queste persone va tutta la mia ammirazione e la mia stima. Ne approfitto per salutare gli zii del mio editore Danilo, la succitata Raffaella (un vero e proprio trio comico, credetemi), Marco e la sua ragazza, con cui il venerdì sera abbiamo fatto una bellissima cena a Trani (la famosa sciarpa è stata più ritrovata, per caso? 😉 ).

Dopo la presentazione, cena con Danilo, sua moglie Sabina e un frugoletto di nome Alice, un anno e mezzo e già capace di contare fino a 15… O_o Mi è stato detto che, la sera dopo la mia partenza, ancora diceva “Daaaaana!” (tenerezza infinita).

Passiamo al venerdì mattina. Dopo essere andata a dormire più o meno alle due ed essermi svegliata alle sei, siamo saltati in macchina con Danilo e abbiamo percorso la luuuunga strada fino a Ostuni, dove ho incontrato i ragazzi del liceo scientifico “Pepe”, coinvolti in un progetto innovativo che prevede la lettura dell’intera trilogia in e-book (perché stanno arrivando gli e-book, eh? 😉 ). Insomma, quei poveretti dovranno sorbirsi i miei libri per le vacanze estive. Spero che non mi odino troppo per questo! 😛

Piccola parentesi su questa esperienza “scolastica”: ho sempre conosciuto la scuola come alunna, ed è stato davvero interessante vederla per una volta dall’altro lato della barricata, quello degli insegnanti, e scoprirne alcuni capaci di amare il proprio lavoro con tutta l’anima e fare di tutto per il benessere, la crescita e il futuro di questi ragazzi, anche a costo di uscire fuori dagli schemi (professore Aprile – spero che il nome sia giusto – conoscerla è stato davvero istruttivo 🙂 ).

Dopo l’incontro con i ragazzi, come già detto, siamo scappati a Bari per il pranzo con Chiara, fra l’altro ex alunna di Danilo. E’ stato divertentissimo scoprire di essere molto, molto simili (ecco perché si era immedesimata tanto in Elli, mio vero e proprio alter ego), a partire dal senso dell’orientamento (inesistente) per finire ai malanni (entrambe siamo giunte la sera a Casamassima, luogo della successiva presentazione, alquanto malandate, coincidenza che ha provocato una vera e propria crisi di ilarità).

E adesso parliamo di Casamassima, della libreria-caffetteria Macondo e della mia nuova eroina: Marcella Zaccheo, la creatrice di un luogo magico che mi ha rapito il cuore.

I libri hanno l’incredibile potere (ed è uno dei motivi per cui li amo tanto) di unire persone anche fisicamente lontane fra di loro, creando a volte legami impensabili. Qualche mese fa, per caso, ho digitato il mio nome su fb, e ho scoperto questa adorabile libreria-caffetteria (proprio il luogo che frequenterei ogni giorno, se potessi) di un paesino del barese che consigliava il mio libro sulla sua pagina. Ho messo subito un bel “mi piace”, provocando così la reazione stupita della titolare (“come ci hai trovato?” mi ha chiesto subito). Qualche messaggio di reciproca ammirazione e un desiderio (“mi piacerebbe averti qui prima o poi”… “certo, chissà, un giorno”). Inutile dire che, quando si è prospettata la possibilità di questo viaggio, ho subito contattato Marcella per organizzare il tutto.

Detto fatto: il venerdì sera, Danilo, io e Chiara (entrambe zoppicanti, come dicevo prima) siamo approdati nel luogo dei miei sogni. La presentazione alla Macondo è stata davvero magica, permeata da un’atmosfera del tutto particolare. Persone che amano i libri che si scambiano idee e opinioni davanti a una tazza fumante… la mia immagine del paradiso, più o meno! Un carissimo saluto a tutti i presenti, a Marcella e alla sua intera famiglia, alla mia fan Filomena e al suo papà (che purtroppo non ho avuto il piacere di conoscere), al giovane Fabio e ai suoi genitori (ragazzi così ci fanno davvero ben sperare per il futuro), alla signora spagnola di cui ahimé non ricordo il nome, alla grande fotografa  Zaneta Nawrot e alla figlia Jasmin, ad Alessandra e a Niki… e perdonate se dimentico qualcuno. 😛 Grazie di tutto.

Due ricordi della serata: io che firmo il “muro delle celebrità” della Macondo (che emozione) e un momento della presentazione con me e Danilo:

11 16

E arriviamo così al sabato, il giorno degli incontri al liceo De Sanctis di Trani, dove ho avuto il piacere di ritrovare Valeria e di conoscere tanti suoi compagni di scuola. Purtroppo eravate troppi per poter ricordare i vostri nomi (immaginate quattro incontri con una media di due/tre classi a testa… O_o ), ma i vostri visi sono tutti stampati nella mia mente. Sono stata letteralmente e piacevolmente assalita dalle domande di questi fantastici lettori, e gli applausi scroscianti che mi hanno tributato mi hanno sorpreso e commosso come mai nella vita. Un grazie immenso a tutti voi! 😀

E ora foto, foto, foto:

Io e i ragazzi 1

Io e i ragazzi 1

Io e i ragazzi 2

Io e i ragazzi 2

Io e i ragazzi 3 (un po' sfuocata, peccato)

Io e i ragazzi 3 (un po’ sfuocata, peccato)

Io e le prof. Angela Sciancalepore e Rosalba Curci

Io e le prof. Angela Sciancalepore e Rosalba Curci

Una bella panoramica

Una bella panoramica

Dopo questa esperienza che mi ha lasciato senza fiato (sia per l’emozione, sia per il fatto di aver parlato per diverse ore senza interruzioni XD ), pranzo veloce (molto veloce) nella splendida Trani, di cui mi resta questo bel ricordo:

20

Fra parentesi, per scattare questa foto il mio altissimo editore è stato costretto a sdraiarsi quasi a terra, nel tentativo di prendere sia il mare che la cattedrale. Cosa non si fa per i proprio autori! 😛 Ne approfitto per rivolgere un enorme ringraziamento a Danilo, uno degli ideatori e l’anima di questa folle e meravigliosa impresa che è stata “La Penna Blu Edizioni” (adesso “Associazione Culturale La Penna Blu”), e che per portarla avanti fa i salti mortali (constatato con i miei occhi), sostenendo ritmi impossibili per qualunque altro essere umano. La passione per ciò che fa riesce davvero a spingerlo al di là di qualunque limite. Infine, ultimo ma non meno importante, un saluto gigantesco al “Gentilissimo Signor Marano”, presidente dell’Associazione nonché papà di Danilo, che negli ultimi anni ho fatto impazzire rivolgendomi a lui per i problemi più disparati, e che è venuto a prendermi all’aeroporto accogliendomi con un gran sorriso e uno stupendo: “Benvenuta in Puglia!”

Tornando alla cronaca di questo viaggio, dopo il pranzo con il bellissimo porto di Trani sulla sfondo, via… corsa in macchina (eravamo abbastanza in ritardo) per andare a prendere quell’aereo che mi ha portato lontano dalla Puglia e dalle persone che mi rimarranno per sempre nel cuore. Tornare alla vita reale, ve l’assicuro, è stato uno shock! Per cui spero davvero di poter tornare prestissimo da tutti voi! 😀

Grazie, di cuore.

Presentazioni della Saga dell’Averon: Tour Pugliese (Barletta, Ostuni, Casamassima, Trani)

Comincio col dire che esistono due Regioni legate alla mia Saga: una naturalmente è la Sicilia, la mia terra, nonché suo luogo di ambientazione.

La seconda invece è la Puglia, la terra della mia casa editrice, un luogo che non ho mai avuto la fortuna di visitare ma da cui fin dall’inizio ho ricevuto tanto affetto e tanto entusiasmo. Orbene, amici pugliesi, preparatevi, perché il 22, 23 e 24 maggio 2014 verrò finalmente a trovarvi! 😀

Ecco qui di seguito le date e i luoghi degli incontri:

– Giovedì 22 maggio, ore 19.00: Libreria La Penna Blu, Barletta

– Venerdì 23 maggio, mattina: Liceo Scientifico “Pepe” e Liceo Classico “Calamo”, Ostuni

– Venerdì 23 maggio, sera: Libreria Macondo, Casamassima

– Sabato 24 maggio, mattina: Liceo classico “De Sanctis”, Trani

 

Vi aspetto numerosi! 😉

Vi lascio qui di seguito la locandina della presentazione alla libreria La Penna Blu di Barletta.

presentazione.barletta

“Diari dal sottosuolo”, il “best of” Urban Fantasy del concorso Mondadori Chrysalide

copertina_diarioSalve a tutti, ragazzi!

In questi ultimi mesi, per motivi vari, sono un po’ sparita dal blog, ma oggi ritorno con una grande novità. L’anno scorso, come ricorderete, ho avuto l’onore di arrivare in finale al concorso “Racconti Chrysalide” indetto dalla Mondadori. Adesso, grazie al sito “Diario di Pensieri Persi” e all’impagabile Alessandra Zengo, ha finalmente visto la luce un’antologia che raccoglie i cinque racconti finalisti della categoria Urban Fantasy e non solo, per un totale di dieci racconti a metà fra la fantasia e la realtà, il sogno e l’incubo. Tutti da gustare, a partire dalla splendida copertina, per arrivare alla postfazione di Luca Tarenzi.

L’antologia è disponibile sia in versione digitale che cartacea, e ricordate che tutti i proventi dell’edizione cartacea saranno devoluti in beneficenza a Emergency! 🙂

Vi lascio qui di seguito il comunicato stampa ufficiale, dove troverete tutte le informazioni di cui potreste aver bisogno:

 

COMUNICATO STAMPA:

Diario di Pensieri Persi

presenta

Diari dal Sottosuolo

 

Se come me amate immaginare cosa nasconda il lato oscuro della Luna, questa raccolta è la prossima fermata a cui scendere. Il sottosuolo italiano è un laboratorio in piena attività.

— Leonardo Patrignani, autore della Multiversum Saga

 

È disponibile da lunedì 28 aprile l’antologia collettiva Diari dal Sottosuolo, a cura di Diario di Pensieri Persi. La raccolta nasce come best of dei racconti Urban Fantasy che hanno partecipato al concorso Chrysalide indetto nel 2013 da Mondadori. La redazione di Diario di Pensieri Persi, sotto la guida di Alessandra Zengo, ha scelto cinque dei racconti migliori, a cui si uniscono i contributi di Laura MacLem (L’incanto di cenere, Asengard), di Gisella Laterza (Di me diranno che ho ucciso un angelo, Rizzoli) e di Stefania Auci, Giulia Marengo e Romina Casagrande.

A impreziosire l’antologia la prefazione di Valeria David e la postfazione dedicata all’Urban Fantasy a cura di Luca Tarenzi. La cover del volume è stata realizzata dall’artista spagnolo di fama internazionale Mario S. Nevado dello studio Aégis.

Su Issuu è possibile visionare la preview dell’antologia. Qui il booktrailer realizzato da Valentina Maschio.

Diari dal Sottosuolo è disponibile su Ultima Books, Ibs.it, Kobo Store, La Feltrinelli, mentre il cartaceo è disponibile da lunedì sullo store di Youcanprint e nei giorni successivi in tutti gli altri store online. Il ricavato delle vendite dell’edizione cartacea andrà in beneficenza a Emergency.

Diari dal Sottosuolo

L’agghiacciante nenia di una sirena assetata di sangue. Una giovane strega desiderosa di vendetta che invoca demoni oscuri. Un uomo disposto a tutto pur di ricordare il suo passato. Città immaginarie, portali che separano il quotidiano dall’incubo. Echi provenienti dall’abisso dell’animo umano e che affiorano minacciosi come ombre. Tra le pagine di questi racconti, tutto può accadere. Una straordinaria antologia che coglie con un unico sguardo il mondo del sovrannaturale. Diari dal Sottosuolo ci inizia al perturbante confronto con un universo dalle tinte cupe e dai labili confini, quello dello Urban Fantasy, nel quale risuonano le voci di dieci talentuosi autori italiani che credono nella suggestione del diverso e nel fascino dell’orrore.

Dalla prefazione di Valeria David

Gabriel Garcia Marquez ha scritto che «la vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda per raccontarla». Ed è proprio la poetica del ricordo che emerge solida e prorompente in quest’antologia di racconti Diari dal sottosuolo […] La nostalgia in fin dei conti è il segno dell’umano, di ciò che si è perduto vivendo.

Dalla postfazione di Luca Tarenzi

Non c’è accordo su una definizione precisa [di Urban Fantasy] nemmeno nel panorama internazionale, quindi scordatevi che possa dirimere io la questione in queste poche pagine!

Quel che posso fare, se avrete la pazienza di seguirmi, è accompagnarvi in un piccolo viaggio: certo non sarà molto lineare, ma non gli mancherà – spero – una sua logica. E al termine forse avrete le idee più chiare su cosa sia questa creatura mitologica postmoderna che si è voluta chiamare Urban Fantasy. O, alla peggio, avrete perlomeno qualche buon titolo con cui riempirvi le serate di pioggia.

I racconti

Stefania Auci – La mamma fantasma

Sabrina Grappeggia Bernard – Gercai e le catene della libertà

Giacomo Bernini – Pandora

Romina Casagrande – Sirene

Gisella Laterza – Sogni perduti e birra scura

Laura MacLem – Parcheggio Riservato

Giulia Marengo – Artù

Loredana La Puma – La Notte del Destino

Eugenio Saguatti – Nati nel buio

Federica Soprani – Dancing with Roger

 

Diari dal Sottosuolo, Autori Vari

a cura di Alessandra Zengo

Pagine 218

Euro 13,50 (cartaceo); 2,49 (digitale);

Formato Pdf, ePub, Mobi, Cartaceo

ISBN (cartaceo) 978-88-91139-81-8

 

Diario di Pensieri Persi su Facebook www.facebook.com/DIARIODIPENSIERIPERSI

Diario di Pensieri Persi su Twitter twitter.com/RedazioneDiario

Diario di Pensieri Persi su Pinterest http://www.pinterest.com/diariodpp/diari-dal-sottosuolo/

Diario di Pensieri Persi su Tumblr diariopensieripersi.tumblr.com

Diario di Pensieri Persi sul web www.diariodipensieripersi.it

Diari dal Sottosuolo su Goodreads http://goo.gl/e2OhPP

#DiariDalSottosuolo  #DiarioDiPensieriPersi

Presentazione “Il Mondo di Atlan – Parte Prima” – Video e Foto

Carissimi amici, come sapete lo scorso 31 gennaio ho avuto il piacere di presentare il mio terzo libro al Mondadori Multicenter di Palermo. Con me, a farmi da validissima “spalla”, la scrittrice palermitana Valentina Gebbia.

Sulla mia pagina facebook trovate l’album con tutte le foto:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.825348574157361.1073741830.766265793398973&type=1

Qui di seguito ecco invece un video con alcuni stralci della serata (come già detto altrove, io sono quella con gli occhiali e i capelli da cartone animato XD):

 

Buona visione! 😉

Presentazione “Il Mondo di Atlan – Parte Prima”

Finalmente ci siamo: venerdì, 31 gennaio 2014, alle ore 18.00, presenterò il terzo libro della Saga dell’Averon al Mondadori Multicenter di Palermo. 😀

Se siete nei paraggi non mancate, mi raccomando.

A farmi da relatrice, la bravissima scrittrice palermitana Valentina Gebbia.
Presentazione2

Annuncio pre-natalizio

In molti mi chiedono della presentazione del terzo libro qui a Palermo. Ebbene, seguite il blog perché dopo le feste ci saranno importanti novità a riguardo. Per ora, salvo cambiamenti, posso solo dirvi di tenervi liberi per il 31 gennaio 2014!  Altri particolari e conferma definitiva dopo la Befana.
Nel frattempo, vi lascio con i miei migliori auguri di uno splendido Natale. Che possa essere un periodo di gioia e serenità per voi e per tutti i vostri cari!  

christmas1

 

Offerta natalizia: sul sito della Penna Blu Edizioni, tutta la Saga dell’Averon a soli 49.90 euro!

Se quest’anno per Natale volete fare un regalo un po’ insolito, allora potreste cogliere al volo l’offerta della Penna Blu Edizioni: i primi tre volumi della Saga dell’Averon (Il Cerchio si è chiuso, La Città di Pietra e Il Mondo di Atlan – Parte Prima) al prezzo speciale di 49.90 euro (invece di 63)! Se conoscete qualche divoratore di libri, le quasi 1700 pagine della saga potrebbero essere il regalo giusto per lui! 😉

Andate a questo link:

http://lapennablu.it/catalogo/?26,saga-dellaveron-offerta-natale-2013
regali-di-natale